Posts contrassegnato dai tag ‘speranza’

Questo blog nasceva quasi dieci anni fa con la voglia di mettere per iscritto tutto ciò che vivevo, di bello e brutto, come una valvola di sfogo per buttare giù tutte quelle emozioni che a volte si accumulano dentro di noi. 

Col passare del tempo, facendomi grande, conoscendo nuova gente e nuove storie ho capito che non ero più libero di esternare i miei pensieri così come quando ero un ragazzetto di venti appena affacciato alla vita.

Ora ho quasi ventinove anni eppure sento quel bisogno di buttare fuori quello che ho dentro.

Sarà che sto tornando infantile, megalomane, o semplicemente mi sento più solo nonostante il mondo che ho attorno.

Allora oggi scrivo con l’illusione che fra uno, due tre mesi a rileggere questi frasi mi possa fare una grande risata e dire “santoDio come stavo depresso” così come facevo fino a poco tempo quando mi mettevo a rileggere quelle due tre cose iper tristi del passato.

Nei film o sui libri spesso si legge di quando magari uno viene lasciato e si sente un nodo alla gola, un mal di pancia perenne.

Io ogni volta mi dicevo “ma che cavolo dicono… sono proprio cose che non possono accadere.. piangi qualche volta ma poi ti passa tutto”

Ora vi posso confermare che ho cambiato idea.

Sentire un groppo li nella gola, come se volessi piangere e non farlo. Se piangi le lacrime escono fuori, vanno via, spariscono. Così invece rimangono li dentro, pesanti, pronte a buttarti sempre giù. 

Sentire una palla accartocciata nella pancia, un peso enorme, come se non avessi mangiato niente e sentirsi pieni, gonfi, una palla che gira e si rigira dentro, senza tregua, che fa male, sempre , parecchio, una palla che spesso sale al cuore che si sente punto, infilzato da qualcosa. Dai ricordi.

Sentire la sua voce ovunque, sognare la sua persona ogni notte, vedere il suo viso negli occhi di tutti.

Vi assicuro io davvero non capisco come certa gente ce la fa a vivere serenamente sapendo di essere il malessere di un’altra persona.

Io davvero non so come si può rifiutare un amore così dato gratuitamente, senza remore, senza costi, senza indugi.

Io davvero non capisco come chi lascia riesce a essere forte cancellando l’altra persona come se niente fosse al punto di rifiutarla continuamente.

Direte se non c’è amore tutto ciò è possibile.

Ed io mi chiedo perchè allora non lo accetto? Non lo vedo? NOn lo comprendo?

Io che so che tutto è finito, che quel “non ti amo” me lo sono sentito dire, una , due volte perchè sono ancora qui aspettando una speranza che non arriverà?

Quanta altra vita dovrò sprecare pensando al passato?

Quanto altro tempo dovrò bruciare aspettando che la storia possa cambiare?

Perchè quando guardavo i suoi occhi, quei occhi che solo io conosco davvero, vedevo ancora tutto il sentimento della nostra storia?

Perchè sono ancora qui ad aspettare chi è già andato via senza pace?

Mi guardo allo specchio e non mi riconosco più.

Non parlo con nessuno.

Non esco più.

Non sorrido più.

Non vedo occasioni per me.

Porca troia ci sto sotto e il problema che da questo tunnel non ne so davvero uscire.

Che il Buon Dio mi aiuti a smuovere quello che per adesso non è Vita.

 

Scusate lo sfogo, a volte sono più bravo a scrivere che a parlare con la gente. 

Ma tu ora dove sei?Immagine